News

Corri la Strawoman di Como e rendi felici gli anziani nelle case di riposo comasche!

Il 25 giugno alle 21.00 si corre la Strawoman, la 5 km non competitiva che da anni riunisce un vasto pubblico femminile e non solo. Partenza da Piazza Cavour.

Dopo l’interruzione degli ultimi anni, siamo felici di invitarvi alla 12° edizione della corsa, imperdibile per chi vuole passare una serata all’insegna della passione per lo sport e del divertimento e prendersi cura dei nostri anziani.

Solo per le iscrizioni pervenute attraverso i nostri canali 5 € verranno devoluti a Un Sorriso in Più Onlus.

ISCRIVITI ORA online al link bit.ly/strawoman-unsorrisoinpiu o nei nostri punti iscrizione:

  • Como – Break Point
  • Como – Mille Cosine
  • Olgiate Comasco – Salone Prima Classe
  • Olgiate Comasco – Lo Scampolo
  • Cantù – Caffecchio Living Bar
  • Cadorago – Palestra Joyfit
  • Cadorago – Cartoleria Colombo
  • Lomazzo – Bar Mickey
  • Guanzate – Il Paniere
  • Bregnano – Salone Bosello
  • San Fermo – Eracle Sports Center
  • Casnate – Eracle Sports Center
  • Cassina Rizzardi – Palestra Olympus Avant
  • Colverde – Runner Way
  • Bizzarone – Cartoleria Punto Felice

Potrai ritirare il tuo pacco gara sabato 25 giugno dalle ore 18.00 alle 20.00 presso il Village Strawoman allestito in Piazza Cavour, Como. Contiene: t-shirt tecnica, pettorale gara e bag con gadget offerti dai partner dell’evento. All’arrivo ti sarà consegnata la medaglia di partecipazione.

Iscrizione: 13 €

Un Sorriso in Più Onlus, sempre accanto alle persone più sole e a chi si prende cura di loro.

Un Sorriso In Più Onlus desidera rafforzare i legami instaurati con gli operatori che si prendono cura del progetto educativo nelle case di riposo e nei servizi di cura delle persone anziane di tutta Italia. 

Al secondo incontro del 15 marzo 2022 hanno partecipato oltre 50 professionisti.

Con questo progetto vogliamo creare insieme a loro un cantiere, uno spazio strutturato e progettato di confronto e condivisione, di formazione e di cura reciproca, che saprà moltiplicare e incrementare la capacità dei singoli per il bene degli anziani loro affidati, delle comunità in cui operano; un luogo che, per sua stessa mission, vedrà crescere nuove partnership, l’impatto sociale dei singoli, il riconoscimento in ambito nazionale e la capacità di dialogare con le istituzioni.

Il nostro sogno è quello di creare un luogo che, con continuità e una struttura formale, dia voce agli operatori, affinché le iniziative dei singoli possano tradursi in un modello e in un approccio condiviso, per il benessere degli operatori stessi e degli anziani loro affidati, per la crescita delle organizzazioni di appartenenza. 

La finalità ultima del “cantiere” è quella di aumentare la capacità, efficacia ed efficienza di ciascun partecipante e di ciascun progetto di animazione, grazie alla messa in circolo di conoscenze, risorse, esperienze, metodi, approcci e documentazione dell’esistente. 

L’iniziativa si articolerà in incontri online della durata di due ore a cadenza bimestrale, sei appuntamenti nell’arco dell’anno a partire da gennaio 2022.

Le origini

Nel corso degli incontri di supervisione e coordinamento legati al progetto Nipoti di Babbo Natale e altri momenti formativi proposti dall’Associazione, è stato possibile rilevare il desiderio degli operatori di creare alleanze e costruire senso insieme; gli operatori presenti hanno riconosciuto a questi incontri la capacità restituire loro interessanti stimoli professionali, insieme a rinnovata motivazione e “gusto per il proprio lavoro”.

A partire dal confronto con le case di riposo del territorio con le quali collaboriamo da anni, vogliamo allargare la piazza di incontro agli operatori di tutta Italia, utilizzando la ormai consolidata ed efficace modalità online; una proposta di raccordo tra progetti di animazione delle RSA, che nasce dal bisogno espresso da operatori, amministratori e volontari che lavorano nelle residenze, di creare proficue, generative occasioni di incontro, confronto e condivisione sui progetti presenti nei diversi servizi sul territorio nazionale.

Partecipa anche tu! Contattaci!

Laura 347 1631637 | formazione@unsorrisoinpiu.it

Realizzato grazie al sostegno di Fondazione della Comunità Comasca Onlus

Finalmente ci siamo! Oggi prende vita Nipoti di Penna, il progetto a lungo atteso, dedicato agli anziani nelle case di riposo di tutta Italia che rende possibile l’incontro tra anziani e nipoti attraverso scritti e lettere. Proprio come per Nipoti di Babbo Natale, il progetto Nipoti di Penna, raccoglierà sul sito dedicato www.nipotidipenna.it le richieste di amicizia degli anziani.

Chiunque potrà diventare nipote di penna di un anziano e dare vita a un’amicizia speciale che renderà felici entrambi. Da oggi le case di riposo possono iscriversi e cominciare a raccogliere tra i loro ospiti le prime lettere da pubblicare sul sito www.nipotidipenna.it. Da metà marzo chiunque potrà scegliere di diventare nipote di penna di una persona anziana.

Nipoti di penna è un’occasione straordinaria per gli anziani di potersi aprire al mondo, riscoprire la bellezza di un incontro, ritrovare speranza nel futuro e nelle persone, sentire che qualcuno pensa a loro e alla loro felicità. Iscrivi la tua casa di riposo!

Scopri come su https://www.nipotidipenna.it/area-rsa/.

Nipoti di Penna è un progetto di Un Sorriso in Più Onlus

Realizzato grazie al sostegni di Fondazione della Comunità Comasca Onlus

cartolina 5 per mille Un Sorriso in Più Onlus

Cos’è il 5 per mille?

Con il 5 per mille lo stato offre l’opportunità ai propri cittadini di devolvere parte della quota della propria imposta sul reddito (IRPEF) agli enti del terzo settore. Questa quota verrebbe trattenuta dallo stato in ogni caso, ma grazie al 5 per mille si trasforma in una donazione senza nessun costo per il cittadino: basta firmare nell’apposito spazio sulla dichiarazione dei redditi e inserire il codice fiscale dell’ente che si sceglie di sostenere. 

A chi si può destinare il 5 per mille

Possono beneficiare del 5 per mille gli enti non profit operativi negli ambiti previsti e, nello specifico:

  • Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale, Onlus (incluse le Cooperative Sociali), Fondazioni e Associazioni riconosciute che agiscono negli ambiti delle Onlus, come Un Sorriso in Più Onlus
  • Enti di istruzione e ricerca;
  • Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, enti e istituzioni che svolgono attività di ricerca sanitaria con orientamento traslazionale;
  • Associazioni Sportive Dilettantistiche: ASD con riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI, affiliazione a una Federazione sportiva o a un ente sportivo nazionale o a una disciplina, che svolgono attività di avviamento sportivo per minori, anziani over 60 o persone svantaggiate;
  • Enti gestori aree protette;
  • Enti che realizzano attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

Possono beneficiare del 5 per mille anche enti pubblici:

  • Comuni;
  • Istituti universitari e di ricerca;
  • Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico e altri istituti sanitari pubblici con finalità di ricerca ad orientamento traslazionale;
  • Istituti controllati dal MIBACT e dotati di autonomia speciale.

Come donare il 5 per mille

Per destinare il proprio 5×1000 è necessario porre la propria firma in uno dei cinque riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione e scrivere il codice fiscale dello specifico ente scelto. 

Ad esempio, se scegli di devolvere il tuo 5×1000 a Un Sorriso in Più Onlus, dovrai firmare il riquadro che riporta la dicitura “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale…” e scrivere il nostro codice fiscale 95077860138.

modello fac-simile 5x1000 un sorriso in più

Ricorda: se firmi su uno specifico comparto senza inserire un codice fiscale, il tuo 5×1000 viene redistribuito proporzionalmente tra tutti i soggetti beneficiari del comparto in cui ha inserito la firma. Se non inserisci la firma, verserai ugualmente il tuo 5×1000 ma la quota rimarrà allo Stato.

Puoi donare il tuo 5 per mille anche senza fare la dichiarazione dei redditi

I contribuenti che non devono presentare la dichiarazione dei redditi possono comunque scegliere di destinare il cinque per mille senza alcun tipo di onere da parte del contribuente. Per destinare il proprio 5×1000 è necessario porre la propria firma in uno dei cinque riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione e scrivere il codice fiscale dello specifico ente scelto. Ad esempio, se scegli di devolvere il tuo 5×1000 a Un Sorriso in Più Onlus, dovrai firmare il riquadro che riporta la dicitura “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale…” e scrivere il nostro codice fiscale: 95077860138.

Come fare

I contribuenti esonerati dall’obbligo di presentazione della dichiarazione possono effettuare le scelte per la destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef, presentando la scheda, in busta chiusa, entro il 31 ottobre 2020:

  • allo sportello di un ufficio postale che provvederà a trasmettere la scelta all’Amministrazione finanziaria. Il servizio di ricezione della scheda da parte degli uffici postali è gratuito. L’ufficio postale rilascia un’apposita ricevuta
  • a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (professionista, Caf, ecc.). Quest’ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta attestante l’impegno a trasmettere la scelta. Gli intermediari hanno facoltà di accettare la scheda e possono chiedere un corrispettivo per l’effettuazione del servizio prestato
  • direttamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia.

La busta da utilizzare per la presentazione della scheda deve recare l’indicazione “Scheda per le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef”, il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente. La scheda deve essere integralmente presentata anche se è stata espressa soltanto una delle scelte consentite (8, 5 o 2 per mille dell’Irpef). 

Gli obblighi dell’ente che riceve i fondi del 5 per mille

Tutti i soggetti beneficiari del 5×1000 sono tenuti a dimostrare, in modo chiaro e dettagliato, l’impiego delle somme percepite redigendo un apposito rendiconto ed una relazione illustrativa attraverso i quali i soggetti destinatari del contributo dimostrano l’utilizzo delle risorse ricevute.

Chi sceglie di destinare il 5×1000 a Un Sorriso in Più si prende cura delle persone più sole, di anziani e bambini in difficoltà. 

Donaci il tuo 5×1000

La normativa

Il 5 per mille è stato introdotto con la finanziaria 2006 (art. 1, cc 337 – 340, L 266/05) poi confermato dalle successive leggi finanziarie e di bilancio dello Stato per essere poi definitivamente stabilizzato nel 2014 (art. 1, comma 154, L 190/14). Il 5 per mille è stato rinnovato con il decreto legislativo 111/2017 nell’ambito della Riforma del Terzo Settore, ma nei fatti le disposizioni lì contenute non sono ancora applicabili.

anteprima volantino corso di formazione "desiderio anima del progetto" di Un Sorriso in Più Onlus

Una riflessione condivisa sul progetto educativo nelle RSA

Un Sorriso in Più Onlus è lieta di invitare i professionisti che si prendono cura del progetto educativo all’interno delle residenze per persone anziane in tutta Italia, ad un percorso formativo che mette al centro il tema del desiderio, la scintilla vitale che anima le nostre relazioni.

Il percorso si articola in tre incontri introduttivi che attraversano il tema del desiderio, prima nell’esperienza professionale dell’operatore, poi della persona anziana ospite di una RSA e una tavola rotonda di scambio e “rielaborazione creativa”, che interroga la progettazione educativa in funzione della felicità dell’anziano. Ad essi seguono gli interventi dei relatori che hanno animato la giornata formativa Desiderio, anima del progetto, promossa dall’Associazione a settembre 2021 e che ha esplorato ciascun aspetto in modo approfondito

L’intero corso propone un approccio operativo, focalizzato sulla centralità della persona e dei suoi ambienti di vita, sulla cura della dimensione relazionale e della cura educativa, agito attraverso una metodologia attiva ed esperienziale.

Ciascun partecipante sarà chiamato a mettere le mani nelle tematiche proposte, per impastarle con la propria esperienza quotidiana e tornare al proprio ruolo con rinnovata fiducia, motivazione, nuovi obiettivi e con la consapevolezza che il lavoro che quotidianamente svolge ha un grande valore.

A cura di Un Sorriso in Più con l’intervento di Marco Trabucchi, Paolo Zuffinetti, Donatella Nava, Chiara Salza, Roberta Capelli, Marco Fumagalli, Donatella Caprioglio, Silvia Cornara, Barbara Jerman, Maurizio Volpi

Corso online ECM FAD asincrono, disponibile fino al 31 dicembre 2022

Quota di iscrizione 50 €

Accreditamento ECM – 10 crediti

I contenuti

  1. Introduzione
  2. Riparto da me: il desiderio dell’operatore – Chiara Salza, artista, arte terapista e counselor
  3. Il desiderio dell’anziano – Roberta Capelli, educatrice e formatrice
  4. Il desiderio al centro della progettazione – Parte 1 – Paolo Zuffinetti, educatore e formatore; Donatella Nava, medico con esperienza di direzione di RSA; Chiara Salza, artista, arte terapista e counselor; Roberta Capelli, educatrice e formatrice
  5. Il desiderio al centro della progettazione – Parte 2 – Paolo Zuffinetti, educatore e formatore; Donatella Nava, medico con esperienza di direzione di RSA; Chiara Salza, artista, arte terapista e counselor; Roberta Capelli, educatrice e formatrice
  6. Un desiderio che riceve e dona vita – Marco Trabucchi, Professore Ordinario, Cattedra di Neuropsicofarmacologia Università di Roma “Tor Vergata”, Direttore scientifico Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia; Presidente Associazione Italiana di Psicogeriatria
  7. Forse cambierà…sì che cambierà! La crisi come risorsa per il cambiamento – Chiara Salza, educatrice, arteterapista e councelor espressivo, Docente presso il Centro Artiterapie di Lecco
  8. L’anziano progetta, l’educatore facilita – Marco Fumagalli, educatore professionale, coordinatore e formatore Cooperativa La Meridiana di Monza
  9. Abitare, abitarsi – Donatella Caprioglio, psicologa, psicoterapeuta, specializzata nell’infanzia e nella Psicologia dell’Abitare, scrittrice
  10. Nello spazio e nel tempo del desiderio – Silvia Cornara, musicoterapista, formatore e supervisore A.I.M., docente presso Centro Artiterapie Lecco
  11. Nel progetto il desiderio prende forma – Roberta Capelli, educatrice professionale e formatrice, master in tecniche di comunicazione e cambiamento PNL META
  12. La comunicazione, strumento di cura – Barbara Jerman, promotrice del dono Associazione Un Sorriso In Più Onlus 
  13. Una proposta operativa: un tavolo virtuale di raccordo e confronto – Maurizio Volpi, pedagogista 

Come partecipare

Per iscrizioni e informazioni
Marcella 333 4759753 | Laura 347 1631637
progetti@unsorrisoinpiu.it

Un Sorriso in Più Onlus, da 17 anni, affianca le persone più sole e chi si prende cura di loro. Parliamo di anziani nelle case di riposo, a domicilio e in ospedale e di bambini allontanati dalle famiglie ospiti di comunità educative. Ma anche di volontari e operatori che ogni giorno si dedicano a loro con cura, attenzione e amore.

7.853 desideri realizzati, 324 case di riposo italiane aderenti

Ringraziamo di cuore tutti i nipoti di Babbo Natale, gli anziani, gli operatori delle case di riposo, i donatori, i giornalisti, gli influencer e tutti coloro che hanno contribuito a rendere magico il Natale appena trascorso.

L’edizione di Nipoti di Babbo Natale appena conclusa è stata meravigliosa: 324 case di riposo di tutta la Penisola, di quasi ogni regione, hanno partecipato all’iniziativa con grande coinvolgimento. I nipoti di Babbo Natale hanno esaudito ogni desiderio pubblicato con trasporto e passione rendendo magico il Natale di 7.853 anziani.

La dolce storia di Filomena e Giulia

Anziana con libro progetto Nipoti di Babbo Natale

Vi presentiamo la signora Filomena di 93 anni e il suo desiderio: “Amo la poesia in genere e in particolare la poesia delle piccole cose. Ho studiato a fondo i poeti dell’800 e molte poesie le recito anche a memoria, ho scritto anche dei saggi critici su molte di essi. Ognuno di noi si porta dentro dei rimpianti, il mio è quello di non aver approfondito la corrente letteraria ermetica e per questo che desidererei ricevere per Natale una piccola antologia: Montale… Ungaretti… Quasimodo… Saba…Ringrazio di cuore chi vorrà esaudire questo mio grande desiderio.

Giulia ha realizzato il suo desiderio: “Cara Filomena, sono Giulia e spero di poterti far felice con questo regalo! Non è mai troppo tardi per imparare e colmare il nostro bagaglio culturale, se riuscissimo mai ad incontrarci sono sicura che potresti ampiamente riempire il mio! Un abbraccio.

Anche quest’anno l’iniziativa Nipoti di Babbo Natale ha rappresentato una delle poche opportunità di accedere alle case di riposo (in presenza o virtualmente), donando emozioni e calore reali agli anziani. 

Quest’edizione di Nipoti di Babbo Natale è stata& realizzata grazie al sostegno di C. Tessile S.p.A. di Guanzate, Fondazione della Comunità Comasca OnlusSerenity S.p.A. di Fino Mornasco Arvato Services Italia s.r.l.

Il sito www.nipotidibabbonatale.it raccoglie i desideri degli ospiti di case di riposo per anziani e dà la possibilità a chiunque di realizzarli, così tutti possono rendere reale il sogno di un anziano che vive in casa di riposo.

Cari amici di Un Sorriso In Più e di Nipoti di Babbo Natale, con grande gioia vogliamo presentare una nuova iniziativa che saprà scaldare i cuori di tutti, a partire dal 2022!

Si chiamerà Nipoti di Penna il nuovo progetto di Un Sorriso In Più Onlus, dedicato agli anziani nelle case di riposo di tutta Italia e che renderà possibile l’incontro tra anziani e nipoti attraverso scritti e lettere.

Proprio come per Nipoti di Babbo Natale, il progetto Nipoti di Penna, raccoglierà sul sito dedicato www.nipotidipenna.it le richieste di amicizia degli anziani. Chiunque potrà diventare nipote di penna di un anziano e dare vita a un’amicizia speciale che renderà felici entrambi.

Inviare una lettera ad uno sconosciuto da scoprire, apre una finestra un po’ magica e regala l’emozione di immaginare che cosa l’altro proverà quando avrà quel foglio tra le mani: vicini anche se lontani, intimamente legati da quelle confidenze affidate al foglio. 

Questa è la magia di Nipoti di Penna.

Un progetto di Un Sorriso in Più Onlus

Attestato di Nipoti di Babbo Natale per Arvato Services S.r.l.

Arvato è un provider di logistica integrata con 4 sedi in Lombardia che offre servizi che coprono l’intero territorio nazionale. Per ‘mestiere’ si prendono cura dei prodotti delle aziende clienti (del Fashion, Beauty, Healthcare e altro) in tutte le fasi della supply chain: “Proprio la cura è il sentimento che ci porta a supportare Un sorriso in più e a condividere il progetto Nipoti di Babbo Natale. Gli anziani sono la nostra ricchezza storica ed emotiva. Regalare un sorriso, realizzare un loro sogno, esaudire un desiderio, è per noi davvero un piacere ed un onore!”

Arvato crede nel progetto Nipoti di Babbo Natale e lo sostiene prendendosi cura di migliaia di anziani nelle case di riposo di tutta Italia.

Anche quest’anno l’iniziativa Nipoti di Babbo Natale rappresenta una delle poche opportunità di accedere alle case di riposo (in presenza o virtualmente), donando emozioni e calore reali agli anziani. A partire dal lavoro sul desiderio, promuove un significativo momento di ascolto dell’anziano, e permette di rielaborare i vissuti dolorosi per rivolgere uno sguardo fiducioso al futuro, nell’attesa di incontri felici.

Le persone che realizzano i desideri degli anziani diventano nipoti di Babbo Natale: sul portale www.nipotidibabbonatale.it scelgono il desiderio da esaudire, ricercano il regalo perfetto e lo accompagnano con un messaggio, un augurio. Il momento della consegna diventa un momento magico per entrambi: due sconosciuti si incontrano, seppure virtualmente, e donano l’uno all’altro affetto e calore.

Lasciati emozionare e scopri di più sul progetto Nipoti di Babbo Natale.

Tante iniziative a sostegno di Nipoti di Babbo Natale.

Artisti, scrittori, commercianti sostengono Nipoti di Babbo Natale con iniziative natalizie uniche e creative.

Grazie Alessandro Grazioli per aver preso a cuore Nipoti di Babbo Natale e per portarci con te nella promozione del tuo bellissimo libro Il gomitolo della Befana. Grazie per aver dedicato ai nostri anziani le parole della tua canzone Davanti agli occhi e grazie a Greta Caserta per averle donato la sua meravigliosa voce e averla messa in musica. Scopri di più su https://www.edizionifioranna.it/home/85-il-gomitolo-della-befana.html

Grazie T-shura che per il terzo anno sostieni Nipoti di Babbo Natale con il 15% delle vendite di dicembre delle tue meravigliose magliette. Scopri di più su www.t-shura.com

Grazie Words Edizioni per aver dedicato la vostra raccolta di racconti Let it be Christmas proprio a Nipoti di Babbo Natale devolvendo l’intero ricavato di questa pubblicazione a sostegno del progetto e della nostra Onlus. Sono anche diventati nipoti di Babbo Natale esaudendo 3 desideri dei nostri anziani. Scopri di più su www.wordsedizioni.it

Grazie Michele Palmieri per aver scelto di festeggiare con noi il primo compleanno del tuo libro Con la porta aperta devolvendo il 15% della vendita del libro nel mese di dicembre a sostegno dei nostri anziani. Scopri di più su www.palmierimichele.it

Grazie Unobravo che con la campagna Unobravo 4 Xmas, tra gli altri progetti, sostiene Nipoti di Babbo Natale devolvendo una parte del ricavato di tutte le sedute svolte nel mese di dicembre a Un Sorriso in Più Onlus. Scopri di più su www.unobravo.com/post/unobravo-4-xmas-a-servizio-della-solidarieta

Grazie Pasquale’s Peppers che sostiene Nipoti di Babbo Natale donando 1 £ per ogni confezione Festive Bundle venduta nei mesi di novembre e dicembre. Scopri di più su https://pasqualespeppers.com/

mani ricevono pacchetto dono
logo nipoti di babbo natale

Da oggi puoi diventare Nipote di Babbo Natale

Da oggi, 15 novembre, sul sito www.nipotidibabbonatale.it trovi i primi desideri degli anziani ospiti nelle case di riposo di tutta Italia. Non perdere l’occasione di rendere speciale il Natale di una persona anziana e anche il tuo! Diventa nipote di Babbo Natale!

Anche quest’anno il nostro progetto Nipoti di Babbo Natale rappresenta una delle poche opportunità di accedere alle case di riposo (in presenza o virtualmente), donando emozioni e calore reali agli anziani. A partire dal lavoro sul desiderio, l’iniziativa promuove un significativo momento di ascolto dell’anziano, e permette di rielaborare i vissuti dolorosi e le paure rimaste per rivolgere uno sguardo fiducioso al futuro, nell’attesa di incontri felici.

Il sito www.nipotidibabbonatale.it raccoglie i desideri degli ospiti di case di riposo per anziani e dà la possibilità a chiunque di realizzarli, così tutti possono davvero rendere reale il sogno di un anziano che vive in casa di riposo.

Le persone che realizzano i desideri degli anziani diventano nipoti di Babbo Natale: sul portale www.nipotidibabbonatale.it scelgono il desiderio da esaudire, ricercano il regalo perfetto e lo accompagnano con un messaggio, un augurio. Il momento della consegna diventa magico per entrambi: due sconosciuti si incontrano e donano l’uno all’altro affetto e calore. Il vero dono sono il tempo trascorso insieme e la relazione che si crea.

Gli anziani aspettano i nipoti di Babbo Natale in 286 case di riposo di tutta Italia.

Vi presentiamo Antonio di 86 anni e il suo desiderio: “Vorrei delle magliette di cotone calde da mettere sotto le camicie. Per me usarle è un ricordo di mia mamma che mi diceva sempre “Antonio metti le magliette sotto la camicia che sennò prendi freddo”. Grazie a chi esaudirà questo mio semplice desiderio. Buon Natale!”

Eleonora di 75 anni ci ha confidato: “Vorrei avere un diario dei pensieri, dove poter scrivere ricordi ed emozioni che sento durante la giornata, per poterne fare memoria e per poter mettere nero su bianco ciò che provo.”

Mentre Anna di 88 anni ci racconta: “Ciao, sono Anna, tutti mi chiamano “sull’attenti!” perché mi preoccupo sempre per gli altri e quando posso aiuto anche le operatrici nelle piccole mansioni. Per Natale mi piacerebbe ricevere un pacchetto di caramelle da mangiare mentre aspetto i pranzi ed un profumo da mettermi durante gli incontri con mio figlio e mio nipote.”

La quarta edizione di Nipoti di Babbo Natale è realizzata grazie al sostegno di C. Tessile S.p.A. di Guanzate Fondazione della Comunità Comasca Onlus, Serenity S.p.A. di Fino Mornasco e Arvato Services Italia s.r.l.

Durante l’edizione 2020 (la terza edizione del progetto) 228 case di riposo di tutta Italia hanno raccolto 5.893 desideri che sono stati tutti realizzati grazie al sorprendente coinvolgimento e alla grande partecipazione dei generosi nipoti di Babbo Natale, che sono pronti a esaudirne molti di più.

Rendi magico anche tu il Natale degli anziani  nelle case di riposo di tutta Italia!

www.nipotidibabbonatale.it

Costruisci un pezzo di questa storia!